Tappa 5

Rofrano - Montano Antilia

Cammino di San Nilo | Tappa 5

Rofrano - Montano Antilia

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Il percorso

La quinta tappa del Cammino di San Nilo è lunga 15,8 km: si parte da Rofrano per attraversare il garbato centro abitato di Laurito, con dimore signorili e un’urbanistica ancora abbastanza integra, e quindi arrivare a Montano Antilia. 

Una volta a Laurito si consiglia di visitare la chiesa di San Filippo d’Agira, con affreschi rinascimentali che ricordano le origini italogreche del culto sviluppato intorno al Santo siciliano.

Dove si trova

Montano Antilia è incastonato nei boschi di castagni ai piedi del Gelbison, ed è considerato «la terrazza» del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, per la vista panoramica sulla costa cilentana meridionale: di qui è possibile ammirare le vallate dei fiumi Lambro e Mingardo, il monte Bulgheria – localmente definito «la Leonessa», per la caratteristica sagoma che evoca da questa prospettiva il felino a riposo –, il Capo Palinuro, il Pollino, il monte La Mula, e nei giorni di massima visibilità le isole Eolie.

Un po' di storia

Montano Antilia appartenne sempre al territorio di Cuccaro Vetere col nome di Montana, e fu un piccolo casale che le numerazioni, ovvero i censimenti della popolazione del Regno di Napoli, menzionano a partire dal secolo XVI. 

Staccatosi successivamente da Cuccaro Vetere, fu dato in feudo ai Monforte.

Da Montano partì nel 1828 la rivolta dei «Filadelfi» capeggiata dal canonico De Luca, dal cancelliere comunale Pietro Bianchi e dalla consorte Alessandrina Tambasco Bianchi, che scontarono con la morte l’adesione ai moti rivoluzionari del primo Ottocento. Una lapide sulla facciata del Palazzo Bianchi dal 1964 commemora i moti cilentani e le loro gesta.

Dal 1811 al 1860 ha fatto parte del circondario di Laurito, appartenente al Distretto di Vallo nel Regno delle Due Sicilie.

Dal 1860 al 1927, durante il Regno d’Italia, ha fatto parte del mandamento di Laurito, appartenente al Circondario di Vallo della Lucania.

I servizi

A Montano Antilia si trova una guardia medica, una Banca con servizio di Bancomat, l’Ufficio Postale con servizio di Postamat e un supermercato.

Dove mangiare e dormire

«Cammini Bizantini» ha in atto una collaborazione con l’Associazione «La Leonessa del Cilento», con l’intento di mettere in pratica un progetto di ospitalità diffusa, che sfrutta le potenzialità d’una serie di abitazioni private, aperte ai viaggiatori. In alternativa ci sono due B&B e un ristorante tipico, che funge anche da bar, all’inizio del borgo e l’Agriturismo ai monaci a Montano Antilia  

Come raggiungere ..

Il servizio di trasporto pubblico che collega Montano Antilia ai paesi limitrofi è gestito da

Autolinee Lamanna cliccare al link da/verso il Golfo di Policastro 
Autolinee Curcio  cliccare al link mobilità locale – Golfo di Policastro 
 

Queste tre ditte hanno collegamenti quotidiani con Salerno, Napoli e gli aeroporti di Napoli “Capodichino” e di Roma “Fiumicino”.

Tappa 4

Caselle in Pittari - Rofrano

Tappa 6

Montano Antilia - San Mauro la Bruca

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sui nostri eventi e le nostre proposte di viaggio

© Copyright 2019 - Santelmo Tour - P.Iva P.IVA 05646830652 - Powered by Apiediperilmondo